Retrospettive
 
 
di E. V. G.
Biobenessere
 
 
di R. F..

Via Asti Libera

L'Associazione Terra del Fuoco ha deciso di occuparsi dell'ampio complesso militare di via Asti 22, ormai abbandonato, in attesa di una sua degna rivalutazione nel contesto cittadino e nazionale, quale monumento storico e culturale della Resistenza.

La struttura, che occupa una superficie di circa 20.000 metri quadrati, sarebbe stata destinata ad un'operazione di non chiara ricollocazione da parte dell'attuale ente titolare, la Cassa Depositi e Prestiti, dopo la dismissione del Ministero della Difesa.

Dati i suoi trascorsi militari, in particolare durante il tragico periodo dell'occupazione nazista, quando fu luogo di detenzione, tortura ed esecuzione di numerosi partigiani, da più parti si ritiene inammissibile che l'edificio sia destinato ad una manovra commerciale.

Da qui la necessità, evidenziata dagli occupanti e da numerosi sostenitori, di trasformare questo luogo simbolo in un punto di riferimento per Torino, ed in particolare per il quartiere Borgo Po, oltre che mantenerlo quale testimonianza a perenne memoria della lotta per la libertà.

Numerose iniziative sono in programma per l'utilizzo degli spazi messi dagli occupanti a disposizione della collettività. Immancabile, in ogni caso, una visita all'interno di questo luogo evocativo di un passato da non dimenticare.

via asti interno